Come far crescere la tua pergola vivente

Come sai, tutto nuovo è un vecchio ben dimenticato. Quindi ora parliamo di una novità, un tempo molto di moda nelle tenute nobiliari, di un vivace gazebo.

Questo tipo di architettura da giardino richiede un investimento di forze non piccole e grande pazienza. Il risultato finale non sarà visibile subito, ma il giardiniere che ha raggiunto il suo obiettivo sarà giustamente premiato. I primi risultati saranno evidenti nella più favorevole combinazione di circostanze dopo 4 anni di lavoro, ma anche se la natura, il tempo e le circostanze si scontrano, il testardo sarcofago del giardino sarà in grado di dimostrare con orgoglio il suo lavoro non più tardi di 8 anni dopo l'inizio dei lavori.

Quindi, per iniziare a lavorare sulla costruzione di un gazebo vivente è necessario definire i loro desideri. È necessario scegliere quali alberi formeranno il pergolato dai loro tronchi e rami. La scelta di piante specifiche dipende dalla dimensione del gazebo da coltivare.

Condizionalmente, c'è la seguente divisione:
  1. alta.
  2. altezza media
  3. basso.

Puoi usare cespugli e alberi nani, è importante che non crescano molto in alto. Le piantine devono essere prese a circa 1 m di altezza, senza rami laterali bassi. In futuro, sarà più facile lavorare sulla formazione della corona nel modo giusto.

Quindi devi scegliere un posto per piantare. L'opzione migliore sarebbe uno spazio aperto, completamente illuminato dal sole. Bene, se il terreno nel sito selezionato era fertile, e la falda freatica ad una profondità di almeno 1,5 metri.

Dopo aver scelto un luogo, è necessario segnare la posizione della struttura futura, indicando i luoghi di impianto di alberi con pioli e collegandoli con lo spago.

La costruzione della pergola (la fondazione che supporta la forma del pergolato futuro) è la fase successiva e molto cruciale. In larga misura, influisce sul successo di ulteriori lavori. Dopo la formazione del pergolato, il quadro dovrà essere smantellato, questo sarà il completamento del lavoro. In futuro, il gazebo richiederà solo cura.

Le parti metalliche devono essere coperte con un primer e il legno trattato con un composto antifungino. Richiesto per i materiali del gazebo del telaio:

  1. fascio quadrato di 100 mm;
  2. angoli di metallo, 1,2 metri ciascuno;
  3. una sezione di barra di 50 mm;
  4. viti autofilettanti.

L'ordine di assemblaggio del telaio è semplice, ma richiede accuratezza.

Live gazebo con le tue mani: istruzioni passo dopo passo

  1. Gli angoli sono martellati nel terreno in punti designati per l'installazione dei supporti principali ad una profondità di 1 m, in coppia, in modo da tenere il supporto in legno. Quando si smonta il telaio, gli angoli sono molto più facili da sollevare da terra rispetto allo scavo di massetti in calcestruzzo, che di solito vengono fissati da diversi telai.
  2. Richiede un'installazione rigorosamente verticale dei pilastri, altrimenti il ​​gazebo si "esaurirà" più tardi. I pali montati verticalmente sono uniti da travetti, orizzontalmente, fissandoli da terra di 40 cm, e quindi ogni 40 cm all'altezza desiderata.
  3. Gli alberi dovrebbero essere piantati simultaneamente, nel mezzo della distanza tra i pali, esattamente lungo la linea che collega i pilastri. Tutti gli alberi, subito dopo la semina, è necessario annaffiare (almeno 10 litri di acqua per piantina). Assicurati di annaffiare 1 volta a settimana, fino alla comparsa di nuove foglie, e poi settimanalmente. Nel secondo anno sarà possibile irrigare solo in condizioni climatiche molto secche, poiché gli alberi avranno già un apparato radicale sufficientemente sviluppato da nutrirsi di acque sotterranee.
  4. Per iniziare la formazione della corona di alberi, è necessario potare le loro cime ad un livello di circa 70-90 cm, per lo sviluppo attivo dei rami laterali.
  5. Nella primavera dell'albero verranno consegnati nuovi rami, alcuni dei quali assumeranno il ruolo di cima. Questo ramo deve essere attaccato alla pergola in modo che tenda strettamente verso l'alto, e i due rami laterali a destra ea sinistra devono essere attaccati alla prima traversa orizzontale del pergolato. I rami rimanenti possono essere autorizzati a crescere a loro piacimento.
  6. In autunno, la parte superiore dovrebbe essere tagliata di nuovo, lasciando 10-15 cm sopra il livello della seconda traversa.
  7. Nel secondo anno, agli alberi sarà nuovamente concesso un nuovo picco sulla corona dell'anno scorso, anche in questo caso dovrà essere riparato verticalmente, come l'ultima volta. Tutti gli altri germogli freschi tagliati ad una lunghezza di 15-20 centimetri, e due rami laterali di nuovo da fissare, ma alla seconda traversa del telaio.
  8. In autunno accorciare la parte superiore a 15-20 cm sopra la terza traversa del telaio.
  9. Questo ordine di potatura e fissaggio dei rami principali dovrebbe essere ripetuto ogni anno fino a quando gli alberi crescono all'altezza desiderata. Col passare del tempo, i rami laterali cominceranno a intrecciarsi, formando la forma del pergolato delineata.
  10. In primavera è necessario tagliare i ramoscelli, che provengono da rami del secondo ordine. È anche necessario rimuovere rami secchi e malati. Pochi anni dopo i tronchi si irrigidiscono e i rami si intrecciano, sostenendo indipendentemente la forma. La struttura di supporto può essere smontata. Per una maggiore sicurezza del pergolato vivente, è meglio tagliare la base del telaio ed estrarlo dall'interlacciamento dei rami in parti.

Consideriamo un'altra variante di un pergolato vivente da una vite su una foto

Il pergolato completo richiede una cura costante. È necessario tagliare la crescita giovane ogni anno, continuo a formare le corone, rimuovere i rami secchi e trattare il padiglione contro i parassiti.

1 Звезда2 Звезды3 Звезды4 Звезды5 Звезд (4 оценок, среднее: 5.00 из 5)
Loading...
Like this post? Please share to your friends:
Leave a Reply

− 2 = 2

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

map